NEW SERVER
x
Questo sito non utilizza cookies di profilazione ma solo cookie tecnici per semplificare la vostra navigazione. Ti invitiamo a prendere visione della nostra Cookie Policy. Per bloccare i cookie vi invitiamo a cliccare QUI. Per autorizzarne l'uso potete premere OK o semplicemente continuare la navigazione del sito.
OK

Storia & Cultura
dell'Elba

Una storia millenaria circonda il paesaggio incantevole dell'Isola d'Elba, un paesaggio in cui le tracce di antiche civiltà raccontano di un rapporto tra uomo e natura che risale addirittura al Paleolitico.

Posizione strategica e ricchezza delle miniere hanno fatto dell'Elba, da sempre, una terra di conquista: a partire dagli Etruschi, che estraevano il ferro che ha permesso alla loro civiltà di prosperare, fino ai Romani che ne apprezzavano, oltre al pregiato ferro, i fanghi curativi, le testimonianze si intrecciano con i miti classici della nostra civiltà. 

In epoca medievale l'Elba passò sotto il controllo di Ostrogoti e Longobardi, fu saccheggiata ripetutamente dai pirati saraceni, finché nell'XI secolo divenne parte dei domini della Repubblica Marinara di Pisa.

Ancora saccheggiata nel Rinascimento da corsari e pirati, nel XVI secolo Cosimo I de' Medici fondò la città fortificata di Cosmopoli (oggi Portoferraio) per difenderla da attacchi ed incursioni.

Divisa fino alla fine del XVIII secolo tra il dominio del Granducato di Toscana e quello della Spagna, sotto le mire di inglesi, francesi e tedeschi per la sua posizione strategica, l'Elba divenne ancor più famosa ospitando nel 1814 l'imperatore Napoleone Bonaparte nel suo celebre esilio di dieci mesi prima della tragica esperienza dei 100 giorni: numerose testimonianze ricordano il suo "soggiorno forzato" sull'isola (Villa dei Mulini, Villa San Martino, Santuario della Madonna del Monte).